Sessualità
Foto dell'autore

Rimedi della nonna per la disfunzione erettile – Funzionano?


Le soluzioni casalinghe, i trattamenti naturali, e in generale tutti quelli che bonariamente definiamo rimedi della nonna per la disfunzione erettile hanno un fondamento scientifico o sono solo dei falsi miti?

Abbiamo chiesto al dottor Massimiliano Timpano – urologo e andrologo – di rispondere ad alcune domande ricorrenti attorno a questi temi, per fare debunking su un argomento così spesso dibattuto in modo non autorevole, e sfruttato per campagne commerciali fraudolente e destituite di ogni fondamento.


In sintesi 

I rimedi naturali e fitoterapici sono popolari ma non scientificamente validati per il trattamento del deficit erettile.

Non esiste una dieta magica per migliorare l’erezione, ma la dieta mediterranea e l’esercizio fisico contribuiscono al benessere generale.

I cosiddetti rimedi della nonna, pubblicizzati come soluzioni per problemi sessuali, sono inefficaci e potenzialmente dannosi.

Un approccio preventivo basato su dieta equilibrata e attività fisica regolare è essenziale per mantenere una buona funzione erettile.

Il Dott. Massimiliano Timpano, Urologo e Andrologo laureato e specializzato a Torino, vanta formazione internazionale, numerosi premi e pubblicazioni. Attualmente esercita privatamente, coordina Androteam e dirige Medicare, con un’ampia esperienza in insegnamento e ricerca.

Dottor Massimiliano Timpano - Urologo e Andrologo

I rimedi e i trattamenti naturali per la disfunzione erettile funzionano?

Risponde il dottor Massimiliano Timpano:

“I pazienti che si rivolgono a cosiddetti rimedi o trattamenti naturali, generalmente si affidano a principi erboristici. Parliamo sostanzialmente di preparati di derivazione vegetale, noti anche come fitoterapici, cioè sostanze vegetali non classificate come farmaci ma provenienti dall’erboristeria. 

Queste persone cercano un rimedio presso l’erborista con l’idea che, essendo naturale, non possa recare danno. Fondamentalmente, si presume che questi rimedi abbiano caratteristiche di efficacia per vari disturbi, tra cui il deficit erettile, supportati da presunte prove storiche di utilizzo da parte di stregoni, santoni, e persino monaci medievali.

Tuttavia, sebbene questi rimedi naturali abbiano una loro base di funzionamento, difficilmente possono essere considerati terapie scientificamente verificate e validate per il deficit erettile.

Efficacia dei rimedi della nonna per la disfunzione erettile - Risponde l'andrologo

Panoramica ed esempi

Ad esempio, sostanze come la taurina, un aminoacido prodotto naturalmente dal nostro organismo e parte delle proteine, possono facilitare la contrazione muscolare. 

L’arginina, un altro aminoacido, è un precursore dell’ossido nitrico, un potente vasodilatatore coinvolto nella vasodilatazione dei tessuti cavernosi che favorisce l’erezione.

Altre sostanze, come il tribulus terrestris, derivano sempre da piante e sono considerate fitoterapici con potenziali effetti benefici sulla produzione di testosterone. 

Tali sostanze dovrebbero essere assunte regolarmente, indipendentemente dall’attività sessuale, agendo più come tonici che favoriscono il rilascio di mediatori chimici coinvolti nell’erezione.

Questi prodotti sono maggiormente indicati per individui più giovani, possibilmente senza fattori di rischio, che praticano un’intensa attività fisica e necessitano di un supporto per recuperare dalla stanchezza. Possono essere considerati integratori utili a recuperare dallo sforzo fisico, mantenendo i tessuti, in particolare quelli muscolari, più tonici e funzionali. 

Tuttavia, è importante sottolineare che non possono essere considerati medicinali per il trattamento dell’erezione.”

Integratore ginkgo biloba

Esistono alimenti, esercizi o integratori realmente utili per la disfunzione erettile?

Risponde il dottor Massimiliano Timpano:

“Molte persone ci chiedono consigli su quale dieta seguire per migliorare l’erezione. Esistono diete per svariati scopi: anti-rughe, anti-invecchiamento, dimagrimento, iperproteiche, per la muscolatura, per l’infertilità e anche per l’impotenza. 

Tuttavia, non esiste una dieta specifica che possa garantire un miglioramento della circolazione sanguigna nel pene e, di conseguenza, dell’erezione.

Dieta e attività fisica per il deficit erettile - Intervista all'andrologo

La dieta mediterranea

In Italia, la dieta mediterranea rappresenta un ottimo punto di partenza dal punto di vista nutrizionale. Questa dieta fornisce tutte le vitamine, i nutrienti e le sostanze che intervengono nel metabolismo ormonale e muscolare, essenziali per sostenere una buona circolazione e funzionamento muscolare. 

L’erezione è un evento vascolare; quindi, una dieta equilibrata che limiti i grassi nel sangue, l’accumulo di zuccheri e prevenga l’obesità può proteggere i vasi sanguigni e migliorarne il funzionamento.

Il peperoncino

Si parla spesso di alimenti come il peperoncino, noto per le sue proprietà vasodilatatorie, che teoricamente potrebbero favorire un migliore afflusso sanguigno. 

Tuttavia, la vasodilatazione indotta dal peperoncino non è scientificamente controllabile né specifica per il pene, rendendo improbabile che la capsaicina, il principio attivo del peperoncino, possa essere considerata un trattamento specifico per il deficit erettile. Un utilizzo eccessivo di peperoncino potrebbe inoltre causare problemi gastrointestinali o a livello emorroidario e prostatico.

Gli integratori

D’altro canto, gli integratori, come l’arginina e i donatori di ossido nitrico, possono facilitare il funzionamento muscolare e sostenere una migliore tonicità durante l’attività sessuale. 

Esistono anche esercizi specifici, come quelli di Kegel (1), per rinforzare la muscolatura pelvica perineale, che possono migliorare la tenuta dell’erezione. L’attività fisica in generale, e in particolare gli esercizi per la muscolatura pelvica, può essere considerata un coadiuvante dell’attività sessuale.

L’esercizio fisico

Studi scientifici, soprattutto condotti nei paesi nordici, hanno dimostrato che l’esercizio fisico costante, da due a quattro ore di aerobica a settimana, può produrre risultati comparabili all’uso di farmaci vasodilatatori presi prima dei rapporti sessuali. 

Ciò conferma che l’esercizio fisico, insieme alla riabilitazione pelvica, può essere raccomandato per migliorare la tonicità muscolare necessaria per ottenere e mantenere un’erezione efficace.”

Uomo che fa fitness

Consigli per chi cerca i ‘rimedi della nonna’

Risponde il dottor Massimiliano Timpano:

“I cosiddetti rimedi della nonna, che promettono ingrandimenti del pene, miglioramento delle erezioni e della sensibilità, sono ampiamente pubblicizzati sui rotocalchi, sui quotidiani e nelle pubblicità di varie riviste, specialmente durante l’estate. 

Questo fenomeno si accentua in questo periodo, probabilmente perché si ritiene che il caldo favorisca le erezioni e, di conseguenza, gli uomini siano più inclini a cercare prodotti che li rendano più tonici.

Tuttavia, è fondamentale chiarire con onestà e trasparenza che questi prodotti non sono efficaci. Sono una perdita di tempo e denaro, senza alcuna validazione scientifica. Non esistono rimedi capaci di favorire il recupero delle funzioni sessuali al di fuori dei farmaci ottenibili con prescrizione medica. 

Rimedi casalinghi per l'impotenza e l'ingrandimento del pene - Intervista all'andrologo

È importante sottolineare che, al di là dell’uso di farmaci specifici, il miglior approccio naturale consiste nell’evitare i fattori di rischio che possono portare a un deficit erettile. Il fumo, ad esempio, è uno dei peggiori fattori di rischio per le erezioni.

Dal punto di vista della prevenzione, l’alimentazione e l’esercizio fisico giocano un ruolo cruciale. 

Mantenere una dieta sana ed equilibrata, che limiti i grassi, è essenziale per conservare l’elasticità e la funzionalità dei vasi sanguigni. L’esercizio fisico, oltre a rinforzare e tonificare la muscolatura in generale, è particolarmente benefico per quella pelvica, implicata nell’erezione.

Cosa fare?

Quindi, i rimedi fai-da-te e quelli che promettono miglioramenti dimensionali o della durata delle prestazioni sessuali sono fortemente sconsigliati. Spesso, questi prodotti sono miscele di sostanze inutili o addirittura dannose, che possono essere rischiose per l’organismo.

In conclusione, nessun rimedio naturale o sostanza non prescritta da un medico può garantire il recupero della funzione sessuale. È fondamentale abituarsi alla prevenzione, anche in ambito sessuale, attraverso una dieta sana ed equilibrata e un’adeguata attività fisica aerobica.”

Rimedi naturali per i problemi sessuali di coppia

Conclusioni

In conclusione, mentre l’attrattiva dei rimedi naturali e delle soluzioni rapide per il miglioramento della funzione erettile è comprensibile, è fondamentale avvicinarsi a queste opzioni con cautela, data la mancanza di validazione scientifica. 

Un approccio basato su una dieta sana, in particolare quella mediterranea, abbinata a regolare attività fisica, offre una strategia più affidabile e sicura per sostenere la salute sessuale. 

Consultare sempre un professionista sanitario per consigli personalizzati e trattamenti verificati è il metodo più sicuro per affrontare il deficit erettile.


Domande frequenti

Quali rimedi naturali sono efficaci per il miglioramento dell’erezione?

Non esiste evidenza scientifica che confermi l’efficacia specifica dei rimedi naturali nel trattamento del deficit erettile. Tuttavia, alcuni integratori come l’arginina possono sostenere la funzione erettile come parte di un approccio più ampio alla salute sessuale.

La dieta può influenzare la qualità dell’erezione?

Sì, una dieta equilibrata, in particolare quella mediterranea, ricca di nutrienti essenziali, può migliorare la circolazione sanguigna e la salute muscolare, contribuendo positivamente alla funzione erettile. Evitare cibi ricchi di grassi e zuccheri e mantenere un peso corporeo sano sono pratiche consigliate.

Esistono esercizi specifici per migliorare l’erezione?

Gli esercizi di Kegel, che rinforzano la muscolatura pelvica, possono migliorare la tenuta dell’erezione. Inoltre, l’attività fisica regolare, come l’esercizio aerobico, è dimostrata utile per mantenere una buona funzione erettile.

I “rimedi della nonna” per l’erezione funzionano davvero?

No, i cosiddetti rimedi della nonna e altri trattamenti pubblicizzati per l’ingrandimento del pene o il miglioramento dell’erezione non hanno basi scientifiche che ne confermino l’efficacia. È importante consultare un medico per trattamenti validati scientificamente.


Termini

(1) Esercizi di Kegel – Gli esercizi di Kegel sono una serie di movimenti mirati a rinforzare i muscoli del pavimento pelvico. Sono utilizzati sia da uomini che da donne per migliorare il controllo della vescica, il supporto degli organi pelvici e la funzione sessuale, inclusa la gestione del deficit erettile negli uomini. La pratica regolare di questi esercizi può contribuire significativamente a migliorare la tenuta dell’erezione e la salute sessuale complessiva.

Contenuti correlati

Lascia un commento

Share to...