Outercourse: cos’è e come funziona il sesso senza penetrazione


L’outercourse (o rapporto sessuale esterno) è un termine usato per descrivere il sesso senza penetrazione. Viene anche chiamato dry humping, rimming e frottage.

I vantaggi di un rapporto sessuale esterno con il partner sono molteplici. Per esempio, aiuta a prevenire le malattie sessualmente trasmissibili, aumenta l’intimità, aumenta il piacere e rende i preliminari più divertenti. 

Ma come si fa a iniziare? In questo articolo esploreremo le basi dell’outercourse e vi spiegheremo perché è un ottimo modo per ravvivare la vostra vita amorosa.

Che cos’è l’outercourse?

L’outercourse è un atto sessuale che consiste nel ricevere piacere e stimolazione fisica senza penetrazione.

Questo include il sesso orale, la stimolazione manuale, il massaggio, e qualsiasi altra cosa che non implichi l’inserimento del pene nela vagina.

Sebbene la maggior parte delle persone abbia familiarità con il termine “outercourse”, non c’è consenso su come definirlo esattamente

Per esempio, mentre alcune persone potrebbero considerare il sesso orale come un rapporto extracorporeo, altre potrebbero dire che non conta perché implica la penetrazione. Allo stesso modo, alcune persone potrebbero considerare il ditalino un rapporto sessuale esterno, ma altre potrebbero dire che si tratta solo di masturbazione.

Come funziona l’outercourse?

L’outercourse è una forma di preliminari in cui le persone usano le mani, la bocca o i sex toys l’una sull’altra evitando il contatto genitale.

Ci si può baciare o strofinare i genitali dell’altro, ma non si mette nulla dentro il/la partner. Invece, stimolerete il corpo dell’altro con diverse (e spesso fantasiose) modalità.

Si può provare con una sola persona o con entrambi i partner. Esistono molti tipi diversi di rapporti sessuali esterni, tra cui il sesso orale, la masturbazione (sia maschile che femminile), il dry humping e persino il gioco anale.

Il rapporto sessuale esterno è la stessa cosa dell’astinenza?

L’astinenza è spesso usata in modo intercambiabile con il rapporto sessuale esterno. Ma cosa significano in realtà i due termini?

L’astinenza e l’outercourse sono concetti simili.

Entrambi implicano l’evitare i rapporti sessuali, ma ci sono alcune differenze. L’astinenza si riferisce all’attività sessuale che non include la penetrazione penieno-vaginale. Il rapporto sessuale esterno può comprendere il contatto orale, anale e genitale.

Alcune persone praticano l’astinenza perché non sono ancora pronte per l’attività sessuale, mentre altre evitano il sesso penetrativo perché non vogliono rischiare una gravidanza o infezioni sessualmente trasmissibili. 

Tuttavia, ci sono molte ragioni per cui una persona può scegliere di astenersi dal sesso.

Per alcuni, praticare l’astinenza significa non avere rapporti sessuali esterni. 

Ciò può essere dovuto a credenze religiose, norme culturali, preferenze personali o limitazioni fisiche. Altri potrebbero preferire l’astinenza dal sesso completo perché ritengono che non sia appropriato per la fase o la situazione della loro relazione.

Altri tipi di esperienze sessuali, come i baci, gli sfioramenti, le carezze e le coccole, possono spesso essere considerati forme di rapporto esterno.

Statistiche astinenza sessuale - Spagna 2020
Fonte: Statista*

Questa statistica illustra l’atteggiamento degli spagnoli nei confronti dell’astinenza sessuale ad agosto 2020, suddivisi per genere. Secondo i risultati di un sondaggio spagnolo, il 16% dei maschi si è astenuto sessualmente e lo ha apprezzato.

Differenze tra l’outercourse e altre pratiche sessuali

Il rapporto sessuale esterno è diverso dalla masturbazione perché coinvolge un’altra persona. È diverso dal sesso orale perché non prevede la penetrazione. Ed è diverso dal rapporto vaginale perché non prevede l’ingresso dello sperma nel corpo femminile. 

Ma soprattutto, l’outercourse non è necessariamente “sesso”. Infatti, viene spesso chiamato “rapporto esterno” perché è praticato al di fuori del contesto delle relazioni sessuali tradizionali.

Cosa si intende per outercourse?

La definizione di rapporto sessuale esterno dipende da chi lo pratica. 

Alcuni sostengono che l’outercourse includa qualsiasi cosa al di fuori di una relazione che implichi il sesso penetrativo tradizionale. Altri scendono in maggiori dettagli, differenziazioni, e criteri di classificazione.

Oltre a queste definizioni, ci sono alcune attività che non rientrano tecnicamente nell’outercourse ma che sono comunemente associate ad esso. 

Per esempio, molte persone pensano che baciare qualcuno sulle labbra si qualifichi come outercourse perché di solito porta al sesso orale. 

Tuttavia, la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che il bacio sulla bocca è diverso dal rapporto sessuale vero e proprio. Il bacio sulla bocca è considerato un preliminare perché di solito precede il sesso.

Quindi, anche se si qualifica come rapporto sessuale esterno, non è esattamente ciò che la maggior parte delle persone intende quando parla di outercourse.

Un altro esempio sono le coccole. Molte persone considerano le coccole come outercourse, anche se non comportano sesso. Ma nemmeno le coccole sono un vero e proprio rapporto sessuale esterno. 

La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che esse fanno parte dell’intimità. Spesso si pensa che l’intimità sia qualcosa che avviene durante il sesso, ma non è detto che sia così. Infatti, si può essere molto vicini a un’altra persona senza mai arrivare a fare sesso.

Come si fa a sapere se un particolare atto rientra nella categoria dell’outercourse?

Se state cercando di determinare se un’attività costituisce un rapporto sessuale esterno, tenete presente che dipende da chi lo pratica e perché.

Tuttavia, è possibile stilare un elenco di pratiche generalmente incluse nel concetto di outercourse:

  • Baci
  • Petting
  • Masturbazione reciproca
  • Uso di giocattoli sessuali
  • Massaggi erotici
  • Dry-humping
  • Sesso orale (in alcuni casi)
  • Sesso anale (in alcuni casi)
Outercourse: quali pratiche sessuali comprende

Benefici dell’outercourse

Il termine “rapporto sessuale esterno”, come visto, si riferisce a qualsiasi tipo di contatto sessuale tra due persone in cui una persona tocca i genitali di un’altra senza arrivare alla penetrazione. 

Sebbene esistano molti tipi di rapporto sessuale esterno, come baci, sfioramenti, leccate e masturbazione, la forma più comune è il massaggio genitale. 

Questo include la stimolazione manuale del pene, dei testicoli, dei seni, delle natiche, dell’ano, della vulva, del clitoride e del perineo. 

Anche se può sembrare un’esperienza da film porno, l’outercourse è in realtà una parte normale della sessualità umana, e come tale, se vissuto con naturalezza e piacere, porta equilibrio all’interno della coppia.

L’outercourse è spesso considerato una delle pratiche sessuali più sicure, perché non comporta rischi di gravidanza, trasmissione di malattie o lesioni fisiche.

Tuttavia, il rapporto sessuale esterno comporta alcuni rischi per la salute, tra cui infezioni, piaghe e abrasioni. Questi rischi sono maggiori quando la persona che viene strofinata è già infetta da HIV/AIDS, epatite B o herpes.

Svantaggi del rapporto sessuale esterno

Sebbene possa sembrare un modo innocuo di godere dell’intimità, l’outercourse presenta alcuni inconvenienti, come abbiamo appena detto.

Per esempio, può portare a infezioni della pelle. Se è vero che la maggior parte delle malattie sessualmente trasmissibili si trasmette attraverso il contatto pelle a pelle, il rapporto sessuale esterno può comunque aumentare il rischio di contrarre HIV, herpes, clamidia, gonorrea, sifilide, epatite B e papilloma virus umano.

Domande frequenti

Qual'è la definizione di "outercourse"?

L’outercourse si riferisce all’attività sessuale al di fuori del rapporto vaginale penetrativo. Ci sono molti modi diversi di praticare l’outercourse, come il sesso orale, il sesso anale e la masturbazione reciproca. Alcuni preferiscono chiamare queste attività “dry humping” o “climax senza penetrazione”. Indipendentemente dal nome, l’outercourse è comunque un’attività sessuale che non prevede un rapporto vaginale completo.

Come si ottiene un buon rapporto sessuale esterno (outercourse)?

L’outercourse è l’atto di fare sesso senza penetrazione. È un ottimo modo per ravvivare la vostra vita amorosa, soprattutto se siete stanchi delle posizioni sessuali tradizionali. Ci sono molti modi diversi per ottenere un rapporto sessuale esterno. Si possono usare mani, bocca, sex toys, o altre parti del corpo, e si può stimolare attraverso il contatto, lo sfregamento, o forme di penetrazione diverse da quelle pene-vagina. 

Quali sono i rischi dell'outercourse?

L’outercourse è un’attività sessuale che non prevede la penetrazione del pene nella vagina. Sebbene il rapporto sessuale esterno possa essere piacevole, non è sempre sicuro. Ci sono rischi per la salute associati anche al rapporto sessuale esterno. Alcuni ritengono che il rapporto sessuale esterno sia più sicuro di quello vaginale perché riduce il rischio di contrarre l’HIV. Tuttavia, questo è vero solo se il concetto di outercourse non viene esteso al sesso orale e al sesso anale. Inoltre, a livello dermatologico, sia l’uomo che la donna possono contrarre un’infezione sessualmente trasmissibile durante il rapporto esterno, o trasmetterla al/alla partner.

*Risorse esterne


Categoria e articoli correlati:

Lascia un commento

Share to...